ladro furto appartamento milanoSe vi state chiedendo se valga o meno la pena istallare un impianto di allarme che possa proteggere la vostra abitazione (la vostra azienda) e la vostra famiglia i dati che leggerete a seguire potrebbero convincervi che il tema della sicurezza personale è tutt’altro che banale e trascurabile.

I ricercatori dell’Università Cattolica di Milano, dell’Università di Trento e del dipartimento di Pubblica sicurezza del ministero dell’Interno hanno messo a punto un modello predittivo Secondo infatti lo studio effettuato dal Centro di ricerca “Transcrime” sulla città di Milano, “prevedere significa prevenire”.

I furti a Milano

I giorni più pericolosi sono venerdì e sabato, quando si registrano sempre i picchi dei furti nelle fasce orarie 8-10 e 17-20, mentre si può stare più tranquilli la domenica sera, anche se la media quotidiana dei furti in abitazione a Milano è di una casa svaligiata ogni due minuti, con il 18% dei civici esistenti che ha subito almeno un furto e il 6% di questi che ne ha subiti più di uno.

Zone e quartieri più a rischio

I quartieri più a rischio per i furti in abitazione per il 2015 sono la zona della stazione Centrale, corso Buenos Aires e tutte le strade limitrofe, Porta Venezia, corso XXII Marzo, l’Isola, le zone De Angeli e Monte Rosa, Lambrate, Loreto, Città Studi e Porta Romana.

I furti si concentrano nel tempo e nello spazio. Se un appartamento è stato visitato dai ladri a c’è spesso l’effetto contagio: il rischio che un appartamento venga visitato dai ladri si trasmette alle abitazioni più vicine che sono quindi ad alto rischio fino a 18 giorni dopo.

Quando avvengono i furti?

I ladri cominciano alle 8 del lunedì mattina e vanno in crescendo fino al picco massimo tra le 12 e le 20 di sabato. Si scatenano specialmente fra autunno e inverno. E da ottobre si producono un un’escalation che cresce fino a gennaio dopo le feste di Natale. Lo studio “Transcrime” ha dimostrato, sulle previsioni per il 2014, di aver predetto il 29,3% ( circa un terzo) dei luoghi in cui sono avvenuti tutti i furti in abitazione denunciati a Milano nel 2013. Per i ladri conta chi sono i proprietari di casa, il livello di urbanizzazione della città e il valore immobiliare anche se vanno a rubare anche nelle case popolari, approfittando della mancanza di sorveglianza e di sistemi di allarme.

I soggetti più a rischio

Nel mirino gli anziani, spesso derubati dopo essere stati raggirati da finti postini, tecnici del gas, bancari che chiedono di controllare le banconote in casa. E spesso i ladri visitano appartamenti vicini ai negozi ‘compro oro’, visti come un’opportunità per andare a vendere immediatamente i preziosi rubati. L’Università Cattolica ha firmato una convenzione con il dipartimento di Pubblica sicurezza per la realizzazione di altre ricerche innovative sui fenomeni criminali in Italia.

I risultati della ricerca sono considerati importanti anche dalla polizia: interventi mirati nelle aree ad alto rischio, grazie all’uso di mappe previsionali come quella di Milano, potrebbero costituire un deterrente per la prevenzione degli atti criminosi.

Se questi dati vi fanno preoccupare, perché abitate in una zona a rischio, e volete quindi evitare che qualche malcapitato venga a farvi visita, contattateci e saremo lieti di offrirvi la soluzione ideale alle vostre esigenze.

 >>> PREVENTIVI GRATUITI PER IMPIANTI DI ALLARME E ANTIFURTO CASA TECNOALARM<<< 

Scrivi un commento